CAMALEONTE_danza_acro__0380

Teatrando s’impara

Siamo giunti alla conclusione ormai dei due progetti di teatro-danza “Teatrando s’impara” realizzati presso le scuole primarie Pascoli e Dante di Sesto S. Giovanni. Una delle tante attività condotte dalla nostra associazione è quella di realizzare progetti all’interno delle ore scolastiche per promuovere le forme espressive quali la danza e il teatro come strumento a sostegno della didattica e dello sviluppo psico motorio dei bambini.

Quest’anno ben due scuole vi hanno aderito:

Scuola primaria Dante, mettendo in scena “Alice cascherina” una bellissima favola di Collodi, protagonisti le tre classi di seconda . Progetto condotto da Giulia Venegoni.

Scuola Primaria Pascoli, mettendo in scena “La danza nel mondo” Uno spettacolo di fine anno davvero articolato per il numero di classi coinvolte e il numero di studenti (18 classi – 390 studenti) . In soli 8 lezioni ogni classe ha preparato una coreografia legata a uno dei 6 continenti. Un bellissimo spunto per parlare delle diversità tra i popoli e delle loro culture. Progetto condotto da Dania Mansi e Sara Valota

Da un paio di anni l’associazione non aveva potuto realizzare progetti simili perchè impegnata in altre situazioni. Sono tornata nelle classi dunque dopo un periodo di pausa. Insegnare a scuola è ben diverso dall’insegnare nella nostra sede, dove gli alunni hanno deciso di seguire un corso di teatro e di danza e per questo motivo hanno una certa consapevolezza di quello che gli aspetta e di cosa andranno a fare.

Una classe è un micro sistema formato da tanti piccoli fanciulli pensanti, con le loro caratteristiche, i loro vissuti e con un sistema di relazioni già formato. Arrivare dunque come esperta in una classe vuol dire inserirsi in punta di piedi in questo piccolo mondo. A loro viene richiesto di seguire una serie di incontri di danza e teatro per la festa di fine anno… senza sapere esattamente tutto questo in che cosa consista esattamente..

Inizia un nuovo percorso da fare insieme a loro e questo ha una ricchezza difficilmente spiegabile a parole. Si ha la fortuna, come esperti, di conoscere questi bambini e di percepirne la loro complessità, il loro bisogno di comunicare e di incanalare energie – pensieri in una forma che abbia un significato per loro e per gli altri. Un estremo bisogno di esercitare l’ascolto, il lavoro in gruppo, sulla coordinazione e la gestione del corpo.

Alla fine di questi incontri, nonostante il tempo limitato, i bambini hanno preso sicurezza e coraggio, si sino affezionati alla loro danza, ci tengono a farla bene e a dimostrare la bellezza del loro lavoro. Questo è un grande risultato, indipendentemente dall’esecuzione finale. Aver scoperto il lavoro di squadra, l’importanza di ognuno per raggiungere il risultato finale è un concetto che li aiuterà anche in altre situazioni e che spero possa contribuire a rendere il loro micro sistema “classe” più armonioso e interessante.

IN BOCCA AL LUPO GIOVANI ARTISTI!!! PICCOLI LEONI DI TERRA!!!!

Sara Valota

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest